giovedì, 02 dicembre 2021

Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale per l'anno 2013

Inps, circolare 30.1.2013 n. 14

 

Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, mobilità,  indennità di disoccupazione ASpI e Mini ASpI ed assegno per attività  socialmente utili relativi all'anno 2013. 
Si riporta la misura, in vigore dal 1° gennaio 2013, degli importi massimi dei  trattamenti di integrazione salariale, mobilità, indennità di disoccupazione  ASpI e Mini ASpI ­ al lordo ed al netto della riduzione prevista dall'art. 26 L.  41/86 e distinti in base alla retribuzione soglia di riferimento ­ nonché la  misura dell'importo mensile dell'assegno per le attività socialmente utili.


1. Premessa

L'articolo 1, comma 27, della legge n. 247 del 24 dicembre 2007 prevede che, con effetto dal 1° gennaio di ciascun anno, gli aumenti di cui all'ultimo periodo del secondo comma dell'art. 1 della legge 13 agosto 1980, n. 427, e successive modificazioni e integrazioni ­ c.d. "tetti" dei trattamenti di integrazione salariale, mobilità ed indennità di disoccupazione ASPI e Mini Aspi, relativi agli importi mensili massimi dei trattamenti ed alla retribuzione mensile, comprensiva dei ratei di mensilità aggiuntive, da prendere a riferimento quale soglia per l'applicazione del massimale più alto ­ siano determinati nella misura del 100 per cento dell'aumento derivante dalla variazione annuale dell'indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati.

2. Trattamenti di integrazione salariale.

Si riportano gli importi massimi mensili dei trattamenti di integrazione salariale di cui alla legge 13 agosto 1980, n. 427, come modificata dall'art. 1, comma 5, della legge 19 luglio 1994, n. 451 e dall'articolo 1, comma 27, della legge 24 dicembre 2007, n. 247, nonché la retribuzione mensile di riferimento, oltre la quale è possibile attribuire il massimale più alto.

Gli importi sono indicati, rispettivamente, al lordo ed al netto della riduzione prevista dall'art. 26 della legge 28 febbraio 1986, n. 41 che attualmente è pari al 5,84 per cento:

Trattamenti di integrazione salariale Retribuzione (euro) Tetto Importo lordo (euro) Importo netto (euro) Inferiore o uguale a 2.075,21 Basso 959,22 903,20 Superiore a 2.075,21 Alto 1.152,90 1.085,57

Detti importi massimi devono essere incrementati, in relazione a quanto disposto dall'art. 2, comma 17, della legge 28 dicembre 1995, n. 549, nella misura ulteriore del 20 per cento per i trattamenti di integrazione salariale concessi in favore delle imprese del settore edile e lapideo per intemperie stagionali.


(omissis) .....

Si rimanda al testo della circolare qui allegata.
Allegato: Circolare numero 14 del 30-01-2013.pdf
Invia per email

LaPrevidenza.it, 10/09/2021

ALESSANDRO BARONE
mini sito

Vill.prealpino Via Prima 24, 25136, Brescia (BS)

Telefono:

Cellulare:

Servizi:

consulenza del lavoro consulenza previdenziale

MARIA GINEVRA PAOLUCCI
mini sito

Via Santo Stefano 43, 40125, Bologna (BO)

Telefono:

051237192

Cellulare:

3356312148

Professione:

Docente Universitario

Aree di attività:

diritto commerciale, diritto societario, crisi di impresa, procedure concorsuali, diritto dell'arbitrato